Sara Vattano

Sara Vattano

Artista siciliana, originaria di Agrigento da sempre attratta dalla cultura giapponese, Sara Vattano, laureanda in Architettura magistrale presso l’Università degli studi di Palermo comincia con i suoi primi approcci manuali con l’arte, fin da piccola. Ragioni che la segneranno e influenzeranno ogni modo di percepire la realtà e diventeranno una condizione necessaria all’interno della sua vita cominciando a dedicarsi alla realizzazione di collage nel 2015.
Fra le sue esperienze possiamo citare la partecipazione al progetto europeo “Farm for change – Urban farm” a Lille nel 2014, Design for Change, Lille design, Lille 3000, Ecole Nationale Supérieure de Pâtisserie, DARCH Dipartimento di Architettura valutato come progetto vincitore. Tra le mostre e le rassegne più recenti figurano il Festival “Fuori Farm” nel 2016, “Riqualificazione degli spazi urbani degradati” con il concept “presso Cafisi” con la riproduzione di un video collage con il tema “dormire e sognare” realizzato da Sara a cura dell’Arch. Starlight Vattano, che attraverso una performance di teatro danza anima e domina la scena su direzione del Prof. Giuseppe Guerrera, Università degli studi di Palermo, “OPP Festival” nel 2017 durante il quale espone per la sua personale “ArchiFood”, Architettura e cibo presso il Quid vicolo Luna sotto la direzione dell’Arch. Lillo Giglia. Nel giugno 2018 è invitata in occasione del “Pecha Kucha 20×20”, evento giapponese, dall’Arch. Francesco Lipari, presso la Farm Cultural Park di Favara (AG) a parlare delle sue opere.
Nell’aprile del 2017, è intervistata da Buenca, Rivista Argentina di arte, notizie e innovazioni, diretta da Adrian Arlettaz, analizzando tematiche e aspetti che la portano alla realizzazione del perché dei suoi collage. A marzo del 2018 “I LOVE Sicilia”, mensile siciliano, Le dedica un’ intervista e delle rifessioni riguardo i suoi “collage vintage”. Sempre a marzo, partecipa ad “Archipittura” a Menfi (AG) per una collettiva basata della rivisitazione personale di opere di architettura realizzate da Architetti e Professionisti del settore. Nel mese di aprile partecipa alla “Retroavangarda’s International Collage Art Exhibition I Edition” a Varsavia sotto la direzione e curatela di Anna Klos, Prof. ssa e designer polacca. Una selezione dei suoi lavori è stata esposta presso l’Università di Bressanone, nell’ambito della conferenza internazionale e interdisciplinare “# EARTH-Digital Environments for Education, Arts and Heritage 2018 ” e da Settembre 2018 a Marzo 2019 presso la Facoltà di design di Bolzano.
Nel 2017 ha curato la campagna pubblicitaria per il brand di moda australiano “Kaliver” occupandosi della parte grafica relativa al catalogo ufficiale e, nello stesso ambito, ha avviato una collaborazione con il brand di moda tedesco “Feder-Rock”. Nel 2018 inizia una collaborazione con la Huawei per creare temi e altri lavori grafici per smartphone. Nel settembre 2018 per “Palermo Manifesta”, curata dalla Prof.ssa e storica Cristina Costanzo, espone la sua personale “Dans un rayon de soleil”, piccoli frammenti dei suoi pensieri che sfiorano la Galleria e studio d’Arte e Restauro Keramos. Nel 2019 alcuni dei suoi lavori vengono pubblicati a Berlino sull’annuale internazionale “The First Berliner Art Book” sotto la Curatela di Gabriela Caranfil. Inizia l’anno con la Sua personale “Mirage” curata e diretta dal Prof. Arch. e designer, Gianni Di Matteo, presso il Civico 111 a Gela (CL), spazio suggestivo e di forte impatto per Sara, realizzato da Roberto Collodoro & Co., dove espone alcuni dei suoi lavori sul tema che più la descrive, “il viaggio”, mentale o fisico che sia.