Beppe Gargarella

Beppe Gargarella

Giuseppe Gargarella nasce a Atessa

(Chieti ) il 09.11.1958

Residente nell’astigiano da  oltre 52 anni, sposato dal 1980 ed ha una figlia  di 33 anni laureata in economia,  si è ritirato dal mondo del lavoro e si dedica all’arte.

Autodidatta, non ha conseguito studi, e neppure corsi, ma già nell’infanzia si inizia a notare  la predisposizione naturale per il disegno, ma nell’adolescenza gli interessi prioritari diventano altri, solo occasionalmente riprende in mano una matita o un pennello.

Ricomincia a dedicarsi all’arte circa 10 anni fa dopo un lungo periodo di malattia, inizialmente per isolarsi mentalmente e vincere i periodi di solitudine e sconforto, ed in seguito perché ricomincia ad apprezzare la poesia e la misticità che può dare l’arte, matura a Portacomaro, grazie ad una natura ricca e generosa da cui prendere spunto, e decide di aprirsi un piccolo atelier dove creare.

Inizia a spaziare dalla scultura all’acquerello dalla matita sanguigna alle tele, il tutto nella massima semplicità, è la gratificazione dell’animo, ogni lavoro contiene un pezzo del proprio pensiero dei propri sentimenti, un pezzo del proprio romanticismo, un  po’ della propria malinconia, e della propria poesia, ed è per questo motivo che li ha sempre tenuti solo per se, come una cosa troppo intima da far vedere, ma l’insistenza da parte degli amici lo hanno portato oggi ad esporre i propri lavori.